Marketing tradizionale vs marketing digitale

Marketing tradizionale vs marketing digitale

 Marketing digitale VS marketing tradizionale

Comunicazione tradizionale e digitale: uno scontro tra titani dal quale non sempre è facile uscirne illesi (se non sai come gestirlo)!

marketing

Se la tua azienda / attività è una di quelle che non sono state in grado di uscire dalla battaglia vincitrici, questo è l’articolo che fa per te!

Insieme andremo ad analizzare i vari canali di comunicazione e quale tipologia di comunicazione è più adatta per te!

Scegliere la strategia di marketing

E’ meglio scegliere una strategia di comunicazione tradizionale o comunicazione digitale? O magari una strategia di comunicazione che integra l’online con l’offline? Qual è la scelta migliore per la tua attività commerciale?

Partiamo dal descrivere i diversi approcci, le caratteristiche, i pro e i contro di ognuna, separatamente.

Il marketing tradizionale

La comunicazione tradizionale si basa su una strategia di marketing che non implica l’utilizzo di tecnologie digitali.

MARKETING OFFLINE

Si basa infatti sull’uso di mezzi di comunicazione fisici, ovvero i media tradizionali:

  • pubblicità su giornali, riviste e stampa in generale;
  • pubblicità alla radio e in televisione;
  • volantini e brochure;
  • partecipazione ad eventi e fiere con stand promozionali
  • pubblicità all’aperto e in luoghi pubblici: cartelloni, affissioni e manifesti pubblicitari
  • cartoline e biglietti stampati;
  • pubblicità sui trasporti pubblici;
  • uffici stampa, pr e comunicati stampa.

Il marketing tradizionale implica, come il marketing digitale, un processo di analisi del mercato di riferimento e del target, pianificazione, attuazione e verifica della strategia. 

pieghevole chiuso

Pro e contro del marketing offline

Vantaggi del marketing tradizionale:

  • la comunicazione tradizionale può essere accessibile anche a chi non dispone di una connessione a internet;
  • è tangibile e fisica, e questo può rendere questo canale di comunicazione più memorabile e coinvolgente rispetto alla comunicazione digitale;
  • non è soggetta a problemi tecnici di connessione o malfunzionamento dei dispositivi o problemi di privacy e sicurezza;
  • può essere considerata una comunicazione “di alto livello” (pensa a una casa di moda che viene pubblicata su una rivista come “Vogue”).
  • la tendenza è quella di ispirare più fiducia. Tendiamo a fidarci di più delle comunicazioni che avvengono sui mezzi di comunicazione tradizionali;

Svantaggi del marketing tradizionale:

  • la comunicazione tradizionale presenta dei costi di stampa che possono essere elevati;
  • non si ha un rendiconto immediato sui risultati delle campagne e il monitoraggio non può essere un processo automatizzato;
  • è una comunicazione che può essere “faticosa” fisicamente parlando (di recente abbiamo intrapreso una campagna territoriale per un progetto, e andare in giro sotto al sole cocente non è stata una “passeggiata”)!
  • le affissioni, come cartelloni pubblicitari e locandine, se non apposte in punti protetti, potrebbero essere soggette alle condizioni climatiche (se piove o c’è molto vento potrebbero rovinarsi e strapparsi).
  • Le affissioni in luoghi pubblici, come altre tipologie di pubblicità, prevedono delle tasse da corrispondere al comune.

Per chi è indicato il marketing tradizionale?

  • Per le attività locali che lavorano sul territorio;
  • Per farsi conoscere localmente;
  • Per aumentare l’ autorevolezza, (ad esempio pubblicazioni su giornali o riviste importanti del settore);
  • per pubblicizzare eventi;
  • per comunicare informazioni, promozioni, servizi o prodotti
  • per rafforzare il brand (packaging personalizzato, materiali pubblicitari e promozionali…)

La pubblicità tradizionale è superata?

La risposta che mi sento di dare è no: la pubblicità tradizionale non è superata, anzi!

manifesto per affissione

Come abbiamo visto in precedenza, possiamo trarre molti vantaggi dall’utilizzo della comunicazione tradizionale… In fondo ci sarà un motivo se un colosso come Apple continua a investire parte del suo budget di marketing sugli spot televisivi!

I media tradizionali sono considerati infatti come affidabili, forti e autorevoli e permettono di raggiungere un vasto pubblico, nel caso di tirature nazionali. Basti pensare a McDonald’s e Burger King, che ogni volta si lanciano in una spettacolare guerriglia di marketing con le loro affissioni.

Qualche dato sulla pubblicità tradizionale

E per chi crede che l’off-line sia ormai morto, dovrebbe sapere che ancora oggi, secondo secondo i dati del report Advertising & Media Outlook effettuato da Statista, l’Italia si avvicina alla cifra record di quasi 9 miliardi di dollari investiti in spesa pubblicitaria nel 2021.

Di questa cifra record la spesa, per la pubblicità televisiva e quella video ammonta a oltre 4 miliardi di dollari.

Uno studio condotto da RistoratoreTop, delinea che la maggior parte dei clienti di un ristorante afferma di aver scelto quel locale grazie al passaparola!

Il marketing digitale

La comunicazione digitale avviene con la trasmissione di informazioni attraverso reti digitali, come ad esempio Internet.

marketing online e digitale

Il passaggio al digitale ha rivoluzionato (anche) il modo in cui le persone “parlano” tra di loro.

I mezzi della comunicazione digitale sono:

  • siti web e blog;
  • social Media come Facebook, Instagram, Linkedin e Twitter;
  • e-mail e newsletter ;
  • pubblicità online (banner pubblicitari e annunci);
  • messaggistica istantanea (Whatsapp, Messenger, Telegram);
  • video Marketing;
  • webinar;
  • chatbot e assistenti virtuali.

sito web responsive e ottimizzato

Pro e contro del marketing digitale

Vantaggi del marketing digitale:

  • permette di comunicare in tempo reale con persone di tutto il mondo;
  • può essere più economica rispetto ai canali di comunicazione tradizionali;
  • permette un’analisi precisa dei dati;
  • consente un’ottimizzazione delle campagne in tempo reale (o quasi!);
  • permette di definire il pubblico in modo molto più preciso;

Svantaggi del marketing digitale:

  • può rendere difficile entrare in empatia con le persone;
  • può essere vulnerabile ad attacchi di hacker e al furto di informazioni personali;
  • può portare a un sovraccarico di informazioni;
  • la gente è meno propensa a fidarsi delle comunicazioni digitali, a causa del fenomeno delle fake news.
  • Necessita di professionisti esterni o di un reparto marketing formato

Per chi è indicato il marketing digitale?

  • per raggiungere un pubblico in diverse aree geografiche
  • per definire il target in modo preciso
  • per automatizzare flussi aziendali (pre-vendita, post-vendita)
  • per analizzare i risultati in tempo reale (o quasi)
  • per aziende che operano a livello nazionale o sovranazionale
  • per tutte le attività online (e-commerce, consulenti, liberi professionisti che lavorano da remoto…)

La comunicazione integrata

La comunicazione integrata, o marketing multicanale, è una strategia di comunicazione che combina, in modo coordinato e coerente, tecniche di comunicazione digitale e tradizionale.

marketing integrato, digitale e stampa

La comunicazione integrata è adatta a un’azienda o attività che raggiunge il suo target utilizzando diversi canali di comunicazione.

Pro e contro del marketing integrato

Vantaggi del marketing integrato:

  • il marketing integrato permette di creare una comunicazione del brand coerente e coinvolgente per i clienti,
  • può aumentare la fidelizzazione e la riconoscibilità del marchio;
  • maggiore efficienza che deriva da un’attenta pianificazione e strategia di tutte le attività di marketing;
  • una strategia di marketing integrato può avere un impatto maggiore sulla consapevolezza del marchio;
  • permette di raggiungere i clienti in modo più efficace attraverso l’utilizzo di diversi canali di comunicazione, e quindi aumentano le possibilità di raggiungere il target di riferimento.

Svantaggi del marketing integrato:

  • impostare una strategia di marketing integrata è più complesso, e richiede un’attenta pianificazione e gestione delle risorse;
  • i costi per l’attuazione di una strategia marketing integrato sono più elevati, data la sua complessità;
  • l’analisi e misurazione dei dati può risultare più complessa e meno immediata, rispetto all’analisi dei singoli canali di marketing;

Per chi è indicato il marketing integrato?

  • per comunicare il brand in maniera importante, usando più canali di comunicazione;
  • le aziende di prodotto, che vogliono creare una forte identità e aumentare le vendite;
  • per utilizzare una comunicazione multicanale per distinguersi dai propri competitors;
  • le aziende B2B che vogliono costruire relazioni a lungo termine con i clienti e fidelizzarli;
  • gli operatori e le aziende B2C che vogliono creare un’esperienza di marca coinvolgente.

Quale strategia di marketing usare?

Ma quindi: quale approccio alla comunicazione scegliere per la propria azienda?

imprenditore deve scegliere la giusta strategia di marketing

Fattori da considerare

  •  il target dell’azienda,
  • il suo posizionamento,
  • il settore dell’ azienda
  • il mercato di riferimento
  •  infine, ma non per ultima cosa: gli obiettivi

Una volta comprese queste variabili chiediti: dove si trova il mio target? Dove passa il tempo il mio pubblico ideale? In quali luoghi posso incontrarlo e catturare la sua attenzione?

Avere un piano di comunicazione e marketing

Un’ottima soluzione per capire quale potrebbe essere la giusta strategia di comunicazione è partire dalla redazione di un piano di comunicazione aziendale.

Perché fare un piano di marketing?

Fare un piano di marketing permette infatti di identificare in modo attento e preciso i dati necessari a definire l’approccio ottimale per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. In questo modo puoi stabilire in modo semplice quale comunicazione è la più adatta alla tua azienda.

Se non l’hai ancora fatto, ti consiglio di leggere il nostro articolo  che spiega come creare un piano di comunicazione aziendale perfetto: uno strumento indispensabile che deve possedere qualsiasi azienda e attività!

Consigli utili 

Ci sono molti fattori da tenere presente quando si deve decidere che tipo di strategia di comunicazione usare:

1. I costi di una campagna di marketing

E’ di sicuro una delle cose più importanti da tenere presente. I costi per la comunicazione tradizionale da prendere in considerazione sono la grafica per i vari materiali stampati, far stampare i materiali (locandine, brochure, manifesti), oppure per esempio se si è impostato uno shooting fotografico bisogna pagare il fotografo e i modelli. Insomma, dipende dal tipo di campagna di comunicazione che si è stabilita.

Invece i costi per la comunicazione digitale sono quelli delle pubblicità sponsorizzate su google ads o sui social network, il dominio del sito web, il server hosting, l’acquisto di software, oppure abbonamenti a determinati programmi, come ad esempio Canva.

2. Valutazione e monitoraggio dei risultati di una campagna

monitoraggio dati campagne pubblicitarie

Il monitoraggio dei risultati nella comunicazione digitale può essere immediato, e sempre a portata di mano, tramite le dashboard offerte dalle piattaforme. L’accesso alle Insight  è un grande vantaggio perché permette di apportare modifiche volte all’ottimizzazione dei risultati, in ogni momento.

Al contrario, nella comunicazione tradizionale non è possibile monitorare in ogni istante i risultati e, allo stesso modo, non è possibile intervenire tempestivamente su una campagna in corso d’opera. Potranno comunque venire applicate tecniche di  volte al perfezionamento di una campagna pubblicitaria in atto o appena conclusa.

3. Il target

Nella comunicazione digitale, abbiamo la possibilità di profilare nei minimi dettagli chi sarà il destinatario della nostra comunicazione (per esempio, uomini dai 35 ai 50 anni, appassionati di vino, che vivono in Piemonte). Questa precisa targetizzazione  permette di andare proprio a “parlare” con i profili che corrispondono al potenziale cliente con il nostro messaggio pubblicitario.

La comunicazione tradizionale invece ha diverse modalità di targetizzazione che tengono in considerazione il posizionamento del target e lo “sfruttano” per veicolare il messaggio al potenziale acquirente. (è per questo che: in tv si pubblicizzano prodotti per bambini tra un cartone animato e l’altro; alla radio locale ascoltiamo spot radiofonici di attività locali e via dicendo).

4. Coinvolgimento del pubblico

Un’altra caratteristica che dobbiamo prendere in considerazione è la tipologia di coinvolgimento che vogliamo avere con il nostro pubblico.

La comunicazione tradizionale, intesa come affissioni, spot tv, annunci radio, si definisce anche unilaterale, ovvero a senso unico.

E’ infatti l’azienda che parla con i consumatori, e non si instaura una relazione bilaterale di scambio.

Non è questo il caso però quando si parla di porta a porta, partecipazione a fiere con stand promozionali o campagne territoriali, che al contrario permettono un coinvolgimento al 100% con i potenziali clienti.

Con i mezzi di comunicazione digitali, come i social network, l’azienda dà la possibilità al suo target di costruire insieme a lui “la storia del suo brand”.

E’ un’opportunità molto interessante, perché il cliente può sentirsi parte del suo marchio preferito e comunicare direttamente con lui!

 

Conclusioni

Bene, abbiamo finito il nostro viaggio all’interno di tutte le sfumature della comunicazione. Abbiamo visto la differenza tra digitale e tradizionale, i vantaggi e gli svantaggi del loro utilizzo, quali sono i mezzi di comunicazione e qualche consiglio utile per capire quale sia la comunicazione adatta alla propria azienda.

Ora non ti resta altro da fare che mettere in pratica quanto hai appreso leggendo questo articolo,

I “servizietti”

I nostri servizi più richiesti ed economici li puoi trovare nel nostro shop online.

Potrebbero fare al caso tuo:

oppure contattaci per un’analisi della tua strategia di comunicazione gratuita.

shop online agenzia comunicazione e marketing

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI 

Strategie di comunicazione integrata

Strategie di comunicazione integrata

Cos’è la comunicazione strategica integrata? 

Per permette ad un brand di raggiungere il suo target in modo mirato è importante riflettere attentamente sul proprio target e costruire un buyer persona, al fine di definire una strategia di marketing adatta. La pianificazione della strategia è utile all’identificazione dei canali e dei mezzi più appropriati, in base alle caratteristiche dell’azienda e degli obiettivi.

Per comunicazione integrata s’intende l’insieme delle teorie, delle tecniche, delle tecnologie e dei linguaggi impiegati per dare voce, concretezza e riconoscibilità al brand. La comunicazione integrata include pratiche online e offline; la comunicazione strategica integrata analizza, pianifica e mette in atto tali pratiche con lo scopo di sostenere e valorizzare gli obiettivi.

Scopri di più sul marketing digitale e il marketing offline.

Chi dovrebbe utilizzare una comunicazione integrata

La comunicazione integrata è una soluzione ideale per le realtà che necessitano di raggiungere il proprio target, in modo differenziato e su canali multipli.

Attività commerciali e imprenditoriali, liberi professionista, associazione di beneficenza possono orientarsi su una comunicazione integrata per comunicare sui canali online e quelli tradizionali.

Realtà grandi ed organizzate hanno maggiori necessità in termini di comunicazione, dovendo gestire anche quella interna all’azienda. Le dimensioni di un’attività possono influire notevolmente, in termini di scelte e di budget nella pianificazione strategica.

Quando attuare una strategia di comunicazione integrata è la scelta vincente

Il momento migliore per definire una strategia di successo è nelle fasi che precedono il lancio di una nuova attività, di un nuovo prodotto o servizio ma può essere un valido strumento anche laddove sia necessario creare una campagna pubblicitaria per differenziarsi, potenziare il proprio brand e raggiungere un maggior bacino di utenza.

Il brand nella comunicazione integrata

    Il brand, il marchio, dovrebbe essere inteso come il filo conduttore, la linea guida per la pianificazione e l’attuazione della strategia di comunicazione integrata. La comunicazione deve saper comunicare i principi, i valori, la mission del brand, parallelamente alle informazioni quali contatti, dettagli, offerte, prezzi ecc.

    Gli obiettivi aziendali si tramutano in azioni concrete

    La necessità del brand, di affermarsi o consolidarsi sul mercato devono essere rappresentati come obiettivi dalle caratteristiche chiare e dalle direttive ben definite. Per affrontare questa procedura minimizzando gli errori e le difficoltà è utile procedere con un rigoroso piano di comunicazione, metodo e ordine.

    S.M.A.R.T. : le caratteristiche di una comunicazione integrata vincente

    Parola d’ordine nella comunicazione integrata è SMART: parola che tradotta dall’inglese significa “intelligente” è altresì un acronimo che racchiude le linee guida fondamentali per la definizione degli obiettivi

    Specific (specifico):

    Measurable (misurabile):

    Achievable (raggiungibile) :

    Relevant (rilevante)

    Timely (temporalizzato)

    obiettivi smart

    Come pianificare e attuare la migliore strategia di comunicazione integrata

    Il metodo più sicuro di investire nella comunicazione integrata è quello di rivolgersi ad un professionista esperto e competente, che sia orientato al raggiungimento e alla condivisione del successo dei propri clienti.

    Valutando le variabili, i contesti specifici e relazionandoli con il budget a disposizione, l’esperto in comunicazione strategica agisce con metodo ed esperienza al fine di ideare un piano di comunicazione efficace per accrescere il valore del brand.

    Nell’analizzare obiettivi e aspettative aziendali è importante saperli coniugare al budget e realizzare un sistema di misurazione e controllo sul ritorno dei propri investimenti. Nel caso della comunicazione integrata, il monitoraggio è reso possibile dall’integrazione di avanzate tecnologie informatiche e digitali, capaci di avere un buon margine di controllo dei dati, anche quando questi provengono da fonti “analogiche”(offline – ad esempio: una locandina).

    Creativià e analisi sono l’origine del processo

    Pianificare una strategia di comunicazione integrata richiede una conoscenza approfondita di una molteplicità di settori che contribuiscono a determinare l’efficacia e l’efficenza. Il processo creativo fonda le sue radici in un’accurata fase di analisi di dati e ricerca. Solo quando in possesso di tutti gli elementi strutturali sarà possibile avviare un brainstorming e quindi concretizzare le idee attraverso la fantasia e le competenze.

    Il piano di comunicazione integrata

    Il documento in cui prendono forma le idee per tradurle in azioni pratiche e concrete prende il nome di “piano di comunicazione integrata“. In questo documento vengono definiti i mezzi, le modalità, le tempistiche, i costi, gli strumenti e i dettagli fondamentali al fine di pianificare e coordinare le azioni necessarie.

    I tools e gli strumenti utili per una comunicazione integrata efficace

    Alcuni degli strumenti più utili – e talvolta indispensabili – per attuare una comunicazione efficace sono accessibili e gestibili in autonomia per chiunque, molti di essi sono gratis o hanno opzioni gratuite.

    Stampe

    Efficaci per instaurare relazioni durevoli e supportare la comunicazione locale e territoriale. Possono essere integrate attraverso tecniche di marketing online in modo da renderne l’investimento facilmente misurabile.

    Sito internet

    Il sito internet può essere il più potente strumento di marketing, vendita e comunicazione di un’azienda. Se programmato con lungimiranza e professionalità può avere infinito potenziale in termini di gestione di tutte le principali attività aziendali. I processi di digitalizzazione e integrazione possono arrivare ad includere sistemi gestionali per un controllo totale a massima automazione.

    Newsletter

    Seo

    Search engine optimization.

    Sem

    Search engine marketing

    Social network

    I social network forniscono strumenti gratuiti per imprenditori e liberi professionisti e si connettono facilmente, grazie alla loro stessa natura, ad altri sistemi e canali.

    costi di una strategia di marketing integrata

    Quanto costa attuare una strategia di comunicazione integrata?

    I costi sono molto variabili e vengono definiti dalle necessità e dagli obiettivi specifici. Una buona strategia di marketing integrata tiene conto del budget a disposizione, parcellizzandolo, per coordinare le azioni vincenti.

    Priorità e obiettivi si trasformano in prodotti grafici diversi ma tra loro complementari e armonici. I prezzi quindi possono variare, in base alla portata della campagna e alla tipologia di azienda e pubblico.

     Per evitare gli errori più comuni (ma anche quelli meno comuni), con consegna veloce e prezzi concorrenziali, affidati agli esperti di comunicazionechiara.it per l’analisi e la strategia di comunicazione e marketing per la tua attività oppure contattaci per una consulenza gratuita.

    TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

    La strategia di marketing: tra analisi, metodo e creatività

    La strategia di marketing: tra analisi, metodo e creatività

    Che cos’è una strategia di marketing?

    Il termine marketing deriva dall’inglese “to market” che significa “mettere sul mercato” e una strategia di marketing può essere definita come un 

    “piano d’azione che identifica e coordina il conseguimento degli obiettivi aziendali, definendo modalità con cui individuare il target da conquistare e raggiungere un buon posizionamento competitivo”

    La definizione di una strategia di marketing è il frutto di un’accurata analisi dei dati (compiuta dal marketing strategico) che, nella sua applicazione deve tenere conto di rigorose metodologie (in fase di marketing operativo). Queste metodologie e operazioni sono definite sulla base dei dati raccolti sull’azienda e degli obiettivi aziendali e vengono descritte in un piano di comunicazione e marketing.

    Che si tratti di lanciare un nuovo brand sul mercato, un nuovo prodotto o di progettare una campagna pubblicitaria, sfruttando la comunicazione strategica, talvolta integrando tra diversi canali di pubblicità o sviluppando uno specifico mezzo, come, per esempio nel caso del lancio di un nuovo e-commerce di un’azienda già presente sul mercato attraverso i tradizionali mezzi di vendita. Questo approccio prevede strategie di comunicazione integrata.

    Abbiamo messo a confronto il marketing digitale vs il marketing tradizionale o offline, evidenziando pro e contro per orientarvi nella scelta della strategia più adatta alle vostre esigenze e ai vostri obiettivi.

    Da una solida e strutturata strategia è spesso determinato il successo del progetto perché in grado di favorire un aumento di brand equity e brand awarness.

    Una serie di elementi e fasi fondamentali, possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi e richiedono competenze specifiche e trasversali per essere messe in atto.

    strategia di marketing

    Le componenti e i processi essenziali alla buona riuscita di una strategia di marketing

    • Studio del mercato
    •  Analisi SWAT e 5 forze di Porter
    •  Segmentazione del mercato
    • Definizione della strategia per il mercato obiettivo
    • Value proposition
    • Posizionamento del brand
    • Piano di marketing e relative tempistiche e modalità
    • Selezione e/o coordinamento delle attività e degli attori professionali
    • Progettazione dei singoli progetti (grafici, web, stampe, pubblicità ecc)
    • Analisi dei risultati
    • Interventi di modifica e correzione

    Gli obiettivi più comuni di una strategia di marketing

    Definire obiettivi SMART (argomento che abbiamo trattato in questo articolo) è tra le prime azioni da eseguire quando si sta pensando di delineare una strategia di marketing per la propria azienda.

    Tra gli obiettivi più comuni:

    • Lanciare o consolidare la presenza online,
    • acquisire nuovi contatti o clienti,
    • incrementare le conversioni,
    • incoraggiare i clienti all’acquisto,
    • Lanciare nuovi prodotti o servizi,
    • strutturare campagne pubblicitarie,
    • posizionare il brand sul mercato (o su nuovi mercati)
    • creare o consolidare l’identità aziendale del brand,
    • fidelizzare i clienti

    I mezzi e i canali

    Per definire mezzi e canali di una strategia efficace è importante innanzitutto conoscere bene il proprio target ma ecco tutti i fattori determinanti:

    • budget a disposizione
    • tempo a disposizione
    • risorse a disposizione
    • target di riferimento
    • identità del brand
    • posizionamento del brand

    Un libero professionista con poco budget potrà orientarsi sull’uso dei social media marketing per professionisti, contenendo le spese ma dedicando qualche ora del suo tempo.

    Al contrario un’azienda strutturata che mira ad una tiratura nazionale o sovranazionale punterà a sviluppare strategie che coinvolgono molti canali diversi.

    I costi di una strategia di marketing

    sono variabili e dipendono da una moltitudine di fattori quali: il mercato di riferimento, la forma giuridica e l’organizzazione interna dell’impresa, il tipo di prodotto o servizio che si intende mantenere con successo sul mercato, il numero di dipendenti, sedi e luoghi d’intervento, il budget a disposizione…

    Una delle variabili da non sottovalutare nello sviluppo di una strategia è l’utilizzo di un ufficio marketing con professionisti del settore o l’affidamento del processo a un’agenzia di comunicazione esterna alla ditta. Inutile dire che entrambi questi approcci hanno dei pro e dei contro e che ogni realtà ha delle specificità tali da rendere più efficace, in termini di costi e benefici, l’una piuttosto che l’altra opzione.

    Scegliere il marketing manager per il proprio piano di marketing può essere arduo per chi non è del settore ma anche estremamente stimolante quando si trova la persona (o la squadra) giusta con cui lavorare. Come si è detto, il marketing è un insieme di operazioni molto diverse e diversificate ed è in base alle caratteristiche del progetto, possono e debbono essere anche molto specifiche e specialistiche.

    Un‘agenzia di comunicazione che possiede, all’interno del proprio team, professionisti della grafica, del copywriting, della fotografia, del digitale, dei siti internet e della stampa è la scelta migliore per chi desidera sollevarsi dal peso di un lavoro ulteriore e fondamentale.

    Per questo a noi, dell’agenzia di comunicazione strategica e integrata COMUNICAZIONE CHIARA, piace lavorare fianco a fianco e sviluppare ogni progetto mettendo in campo le competenze necessarie.

    Se stai cercando dei collaboratori per i tuoi progetti considera un servizio semplice, veloce e dai prezzi concorrenziali come la nostra analisi e strategia di marketing e comunicazione oppure contattaci per una consulenza gratuita!

    Apri chat
    Scan the code
    Chatta con Comunicazione Chiara
    Ciao, sono Chiara, come posso esserti utile?